ECCOVI ALCUNE FOTO

VEDUTA DI CAPOVALLE SCORCIO DA CAPOVALLE PISTA DI MONTE STINO

Superfice

Abitanti

Kmq 23,47 493

Prefisso Tel

C.A.P.

0365 25070

Alt s.l.m.

Dist. BS

985 m. 52 Km.
PATRONI:

S. Giovanni Battista

CENNI STORICI:

Nel 1907, il consiglio comunale presieduto dal sindaco Pietro Lombardi deliberò di cambiare il vecchio nome del paese "Ano" (sec.XV),"Hano" (sec. XVI) nell"attuale nome di "Capovalle" (a significare che, geograficamente, fosse l'ultimo paese della valle). Vista la posizione in cui si trova il paese non è difficile capire quale sia stata l'importanza strategica dei vari collegamenti viari. Infatti da qui si può raggiungere il Lago di Garda, la Valvestino, il Trentino e la Valle Sabbia. Dai suoi sentieri passarono mercanti, contrabbandieri, eserciti e banditi. Nel 1162 passarono i soldati di Barbarossa, nelgli anni 1437-1439 I'esercito di Piccinino, nel 1527 i Lanzichenecchi del Frundsberg e nel 1796 i fanti di Napoleone. Capovalle, passò dal dominio visconteo al dominio della Serenissima, vivendo un periodo felice godendo di privilegi che esoneravano il comune dal pagamento di dazi sullo scambio delle merci e dall'obbligo di alloggiare milizie. Nel 1798, con la Repubblica Cisalpina, Capovalle divenne frazione di Idro e rimase tale sino al governo di Vienna. Dopo la crisi della metà dell'800, culminata nel periodo di miseria e di spopolamento sopraggiunto con lo scoppio delle guerre mondiali, il paese, grazie al ritorno di molti emigrati, si incammina verso una graduale rinascita economica e sociale.

ECONOMIA:

Capovalle, tutt'oggi detiene il triste primato dell'emigrazione all'estero, superando tutti i centri della Valle Sabbia e dell'Alto Garda tanto che nel 1972 venne inaugurato un monumento dedicato agli emigranti. Negli ultimi anni, con il miglioramento delle vie di comunicazione, il paese, che prevalentemente vive di agricoltura e artigianato, sta avendo un notevole sviluppo nel settore del turismo.

ARTE:

La chiesa parrocchiale, dedicata, a San Michele, venne riedificata (dal 1728 al 1731) su un precedente edificio del '400. Al suo interno si trovano alcuni dipinti di pregevole fattura del pittore Celesti; la navata, in stile barocco è adorna di altari con stucchi e marmi di notevole effetto. La chiesa venne restaurata alla fine del XIV secolo. Il santuario della Madonna del Rio Secco,(patrona dei boscaioli) già costruito nel 1715 venne ampliato all'inizio di questo secolo, si trova ad un'ora di strada dal paese verso il passo della Fobbia, in una posizione di notevole rilievo paesaggistico.

LA NOSTRA CARTINA

DISTANZE:

Capovalle-Tormini (via Idro) Km 39 - (via Treviso Bresciano) Km 41 (via Persone-Gargnano) Km 50 - (via Molino B.Gargnano) Km 44 - (via Fobbia-Vobarno) Km 25. Capovalle-Idro Km 12 - Capovalle-Gargnano Km 27 - Idro-Gargnano (via Capovalle) Km 38 - Idro-Gargnano (via Tormini) Km 49.

Informazioni Comunali:
Orari degli uffici e di ricevimento degli assessori e del sindaco, informazioni politiche.
Attività Commerciali:
Qui è possibile accedere a tutte le attività del paese tramite una vloce ricerca.
Servizi Pubblici & Sanitari:
Potete trovare servizi riguardanti la sanità, i trasporti, istruzione...
Locali:
Tutti i migliori pub, ristoranti, sale giochi, cinema e spettacoli della zona.
Servizi Religiosi:
Orari delle funzioni e informazioni parrocchiali.
Sport:
Centri, palestre e avvenimenti sportivi
Da Visitare:
Monumenti e luoghi più suggestivi del paese.
Miti e leggende, curiosità e altro:
Sapevate che?
Fiere:
Feste, sagre, manifestazioni folkloristiche.